E-Mail:mancinicatering@yahoo.it | Cell: 340 8571822

Curiosità ... Forse non tutti sanno che ...

  • Curiosità
  • Curiosità
  • Curiosità
  • Curiosità

Forse non tutti sanno che ...
E' Facile confondersi nell’uso delle terminologie.
Con i termini CATERING E BANQUETING non si vuole indicare una forma di "ristorazione", ma un tipo di servizio; il CATERING è fornito dalla stessa società di catering, il BANQUETING, al contrario, può essere fornito da un Ristorante, da società di Banqueting, da società di Catering, Bar o altre Aziende in regola con le autorizzazioni e le normative.

Le parole "CATERING E BANQUETING" sono entrate a far parte dell’uso quotidiano di ognuno di noi.
Di seguito cercheremo di definitire le termilogie per chiarirne la differenza ne riportiamo il significato della lingua italiana e della lingua inglese di entrambi i vocaboli.

CATERING
Il termine della parola "catering" sul vocabolario italiano è: " l’insieme delle operazioni di approvvigionamento di cibi e bevande effettuate da un'organizzazione specializzata per aerei, treni, ristoranti, alberghi, mense, privati e che comporta, se necessario, anche l’allestimento di cucine da campo, laddove non esistano strutture adeguate per la preparazione dei cibi". Dal vocabolario inglese "to cater" significa procurare cibi e bevande per un numero elevato di persone, in occasione di cerimonie, ricorrenze, incontri o feste. La persona o il fornitore di cibi e bevande, nella forma di persona fisica o azienda specializzata nel ramo, preposta all’erogazione del servizio è detta "Caterer" La parola "catering" è nell’uso della lingua italiana nel 1971.

BANQUETING
Il termine della parola "banqueting" sul vocabolario italiano indica l’insieme delle operazioni di approvvigionamento, preparazione e servizio di cibi e bevande effettuate da un’’organizzazione specializzata in occasioni speciali. Dal vocabolario inglese "to banquet" significa "offrire banchetti" ma anche "banchetti". Il commensale, il banchettante è detto "banqueter". La parola "banqueting" è nell’uso della lingua italiana solo a metà degli anni Novanta esattamente nel 1994.

COCKTAIL
Il cocktail può essere "PREDINNER" (prima di cena) oppure "AFTERDINNER" (dopo cena). In entrambi i casi si tratta di "OPEN BAR".cioè della possibilità di servirsi a piacere delle bevande e dei drinks preferiti, preparati sul momento. Il COCKTAILè un’occasione per degustare cocktails sia a base alcolica che analcolica. Nel mondo del banqueting, il termine questo termine COCKTAIL è viene utilizzato per indicare una vera e propria tipologia di servizio che comprende sia bevande che pietanze (generalmente si tratta di finger food) da abbinare ai vari cocktails. Il COCKTAIL può essere quindi un servizio del tutto autonomo, anticipando un pranzo o una cena, formando così il classico aperitivo. Nel primo caso il servizio può prolungarsi anche per alcune ore, mentre nel secondo è necessariamente più breve, per dare spazio al pranzo o alla cena.

BRUNCH
Il BRUNCH si differenzia in quanto consiste in un vero e proprio pasto, generalmente in sostituzione del pranzo; solitamente viene servito generalmente tra le 10:00 e le 12:00, ed è composto da tutti gli elementi tipici di una colazione dolce, con l'aggiunta di carni fredde, salumi, formaggi, torte (dolci o salate) o frutta. La sua diffusione è dovuta soprattutto alla comodità di un pasto informale, assieme alla possibilità di servirsi da un buffet. Il BRUNCH ha origini anglosassoni, è per sua natura un’occasione piuttosto informale e dinamica: servizio a buffet, spesso con tavolini di appoggio ma senza sedie. L’occasione per il BRUNCH, è il festeggiamento di una cerimonia minore (come ad esempio un battesimo, una comunione, una cresima). Se si festeggia il matrimonio secondo lo stile anglosassone, si potrà scegliere un "WEDDING BRUNCH", insieme alla classica da una classica wedding cake. Infine il BRUNK può sostituire efficacemente un pranzo in un contesto aziendale (un meeting, una presentazione, staff meeting) e costituire quindi una valida alternativa sotto gli aspetti della flessibilità di servizio e maggior competitività di prezzo.